Conferenza/dimostrazione "Osservare, percepire, conoscere, agire: pratiche di trasmissione coreografica"

Immagine: 
Garth Speight, Vasi con gerani
Conferenza - Il giardino delle muse danzanti
23/02/2020
Musei di Villa Torlonia,
Casina delle Civette

La lecture-demonstration mostra una riflessione incorporata sui processi della creazione in danza a partire dalla percezione sensibile del movimento e delle modalità discorsive utilizzate in questo contesto.

Il farsi della scrittura coreografica, sospesa fra materia e immaginario, si mette in luce grazie alla parola e al corpo per rendere percepibile il fare.

Con la partecipazione di Antonella Sini (danza) e Stefano Montinaro (suono).
Alessandra Sini è danzatrice e coreografa per il gruppo di ricerca Sistemi dinamici altamente instabili che coordina dal 1999. Sta completando presso l’Università Côte d’Azur di Nizza un progetto dottorale sulla ricerca coreografica italiana compresa fra il 1995 e il 2010. Autrice di saggi sulle pratiche di ricerca coreografica nazionale, persegue un approccio poietico e storiografico per far emergere e contestualizzare i saperi incorporati nei processi di trasmissione in danza. Già membro dell’équipe organizzativa degli ateliers dei dottorandi in danza in seno al dipartimento Rercherche et Répertoires chorégraphiques del Centre Nationale de la Danse a Parigi (dal 2012 al 2016), fa parte dell’association des Chercheurs en Danse (aCD) e di AIRDanza. Collabora con diverse istituzioni per proposte didattiche sul movimento e atelier coreografici .

Terzo appuntamento della serie di incontri interdisciplinari tenuti da studiosi, storici e performer, immaginata da AIRDanza che intende avvicinare il pubblico alla danza.
Attraverso proiezioni guidate, interventi performativi dal vivo e pubblicazioni recenti, gli incontri si concentrano sull’analisi della coreografia (repertori di balletto, danza moderna e contemporanea), della performance (danza di ricerca, sperimentazioni site specific), delle danze popolari (italiane, europee ed extraeuropee) e della storia della danza. Dagli anni Ottanta del Novecento ad oggi gli studi in danza hanno sviluppato metodologie transdisciplinari per mettere in luce le interconnessioni della danza con la storia culturale più in generale, cercando di uscire da un settarismo che non rende giustizia all’importanza di quest’arte nelle società ed epoche diverse. Analizzando immagini, estratti video e testi, lo specialista che guida questo percorso ‘immersivo’ nelle pratiche e nelle scritture sulla danza potrà suggerire chiavi di lettura per l’interpretazione di un’arte plurale e multiforme, a volte di difficile accesso. Il pubblico è chiamato a interagire verbalmente, scrivendo o muovendosi per costruire un nuovo rapporto sinergico con la storia della danza e con la sua attualità.

Incontri in occasione della mostra Il Giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight organizzati da AIRDanza (Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza)

Prossimi appuntamenti:
Venerdi 28 febbraio 2020 dalle ore 16.30 alle ore 18.00
Sabato 29 febbraio 2020 dalle ore 16.30 alle ore 18.00
Domenica 1 marzo 2020 dalle ore 16.00 alle 17.30

Venerdì 28 febbraio e venerdì 6, 13 e 20 marzo 2020, dalle ore 16.00 alle ore 16.30 visita guidata del Museo della Casina delle Civette e della mostra in corso
a cura della dott.ssa Flavia Cecconi

Informations

Lieu
Musei di Villa Torlonia
, Casina delle Civette
Horaire

Domenica 23 febbraio 2020  dalle ore 16.30 alle ore 18.00

 

Billet d'entrée

Incontro gratuito previo pagamento del biglietto d'ingresso secondo tariffazione vigente.

Informations

060608 (tutti i giorni 9.00 - 19.00)
Informazioni Maresa Palmacci 348 0803972 – info@airdanza.it
Massimo  45 posti a sedere

 

 

Typologie
Evénement|Conférences
20191012
1005254
Garth Speight, Coppia di uccelli, acrilico, cm. 35x25
Musei di Villa Torlonia -
Casina delle Civette
12/10/2019 - 22/03/2020
Exposition|Art contemporain

Eventi correlati

Il n'y a pas des activités en cours.
Il n'y a pas d'activités en programme.
Il n'y a pas d'activités en archive.